Le radici

Il marchio Romagnoli nasce nel 1968 da una progetto tanto ambizioso quanto audace del suo fondatore, Franco Romagnoli, il quale raccoglie l’eredità di un territorio ad altissima vocazione calzaturiera e dall’anima genuina e pragmatica.

Tenacia e responsabilità. Coraggio e lungimiranza. Franco Romagnoli è pioniere di un approccio del tutto innovativo nel settore della calzatura per bambini. La manifattura artigiana si mescola alla ricercatezza dei dettagli e allo studio qualitativo dei materiali.

Con spiccata personalità imprenditoriale, guida l’azienda verso la sua ascesa. Inizia una storia di ampi riconoscimenti e consensi che rendono il marchio leader del settore a livello mondiale. L’alberello con le scarpine viene scelto quale logo aziendale e simbolo di uno spirito d’impresa responsabile e consapevole, quale estrinsecazione di un’etica morale applicata al mondo della produzione e del business.

Nel 1997, all’apice dei suoi successi, l’azienda subisce un’improvvisa privazione: un drammatico incidente col parapendio strappa Franco Romagnoli all’affetto dei suoi cari. Immediatamente, subentrano a lui nella conduzione della stessa, i suoi figli i quali, con altrettanta convinzione, confermano il progetto paterno e si occupano della crescita e del benessere dell’azienda.

Nel 2003, alla leadership aziendale subentra il dott. Ciannavei Tonino il quale consegue la direzione della Franco Romagnoli a partire dal 2005 in via definitiva. Forte del suo bagaglio di esperienze, mosso dalla passione per “il fare” e dotato di uno spirito creativo e brillante, sposa immediatamente il progetto originario di Franco Romagnoli e decide di contribuire alla sua realizzazione e al suo perfezionamento.

Di fronte ad un mercato internazionale che detta con aggressività leggi nuove, pur rimanendo attenta alle esigenze e alle richieste odierne, Romagnoli conserva le sue caratteristiche originali, le stesse che l’hanno condotta al successo fin dal 1968.

Missione

Ai suoi primordi, l’azienda assume un’impronta fortemente artigianale della produzione: una filosofia scelta e confermata negli anni con convinzione crescente, facendo della ricerca della qualità e dell’eccellenza del prodotto finale gli obiettivi principali da perseguire.

Selezionare le materie prime con scrupolo e attenzione, controllare ed analizzare seguendo protocolli stringenti ogni singola fase della produzione, studiare le nuove tendenze stilistiche con un occhio di riguardo alle proposte del design internazionale: tutto ciò permette di ottenere un prodotto di altissima qualità, facilmente riconoscibile per la sua unicità e personalizzazione e votato imprescindibilmente alla cura del benessere fisiologico e del comfort del piede del bambino.

Qualità e ricerca, tradizione e innovazione, scelte che hanno premiato l’azienda e che le hanno consentito di superare le congiunture economiche negative grazie ad una policy aziendale improntata ad offrire al mercato internazionale "un prodotto con un rapporto qualità/prezzo assolutamente competitivo ed ad altissimo valore aggiunto".

Delle calzature ricche di personalità, ad altissimo profilo, risultato di una meticolosa, maniacale, intensa selezione dei colori e dei materiali i quali devono rispettare rigorosi canoni qualitativi e protocolli di conformità ispirati ai valori del benessere e della comodità, oltre che alle più contemporanee tendenze della moda. La maestria artigiana delle confezioni Romagnoli unita ad un approccio fresco e creativo, rendono le calzature indossate dai suoi bimbi, un simbolo brillante dell’eccellenza del Made in Italy nel mondo.